QUANTO DEVE ESSERE IMBOTTITA LA MIA SELLA?

Tecnologia e dintorni

Molti ciclisti, quando si recano dal rivenditore per acquistare una nuova sella, chiedono per prima cosa quale sia la più comoda, ma la domanda è priva di fondamento, perché è impossibile stabilirlo a priori, e bisogna valutare diversi elementi soggettivi.

Ad esempio, oltre alla taglia, facilmente individuabile con il sistema idmatch smart caliper, è necessario poi che il ciclista la monti in maniera corretta, partendo dall’individuazione del BRP e della fit line.
Un parametro cruciale per l’individuazione della sella più adatta, spesso sottovalutato, è però quello della scelta del tipo e dello spessore dell’imbottitura, che va effettuata in base alla lunghezza delle uscite che siamo soliti fare.

La valutazione preventiva del tempo che trascorreremo in bicicletta è infatti fondamentale per essere certi di una pedalata confortevole, a causa della differenza di sensazioni trasmesse dalla sella con il trascorrere delle ore.

Un semplice ed efficace esempio che aiuta a capire quanto sia importante questo dato è il seguente. Per guardare un film sdraiati in tutto relax va benissimo un soffice divano che per 2 o 3 ore risulta estremamente comodo e non causa problemi, ma per un sonno prolungato diventa indispensabile poter contare su un materasso “ergonomico” con una rigidità adatta a sostenere in modo corretto il nostro corpo per l’intera notte. Un’eccesiva morbidezza a lungo andare risulterebbe infatti non appropriata per la colonna, e ci sveglieremmo sicuramente con dolori diffusi alla schiena.

Lo stesso concetto è applicabile alla sella: per le uscite molto corte, fino a 2 ore, vanno bene imbottiture “generose”, che mantengano una sensazione di comfort per tutta la pedalata, ma con il crescere del tempo trascorso in bicicletta si dovrà ridurre lo spessore del supporto, per garantire la massima efficienza e comfort.

Ovviamente questo parametro non è inversamente proporzionale all’infinito, infatti dopo le 5/6 ore è necessario cominciare ad adottare selle con spessore crescente dell’imbottitura.

« Indietro

Ti piacerebbe diventare collaudatore Selle Italia?

è anche

Inserisci i tuoi dati e iscriviti alla nostra newsletter.

*campi obbligatori