Bike to work: la rivoluzione fashion

Prendere l’auto il meno possibile, usando abitualmente la bicicletta per gli spostamenti urbani, tragitto casa-lavoro incluso.

Secondo Legambiente l’utilizzo delle due ruote, è ben radicato nel nostro Paese, con 743.000 frequent biker, soprattutto in Alto Adige, Emilia Romagna e Veneto, e alcune sorprese, come i ciclisti “pendolari” di Milano che coprono in media la distanza più significativa, con circa 30 km al giorno, in base ai dati di Strava.

Ma qual è il segreto del successo della bici in città?

Vantaggi pratici, certo: rapidità negli spostamenti, benessere fisico, sostenibilità ambientale, ma c’è di più.

Il piacere di una quotidianità “virtuosa” si completa infatti per il ciclista urbano con il fascino e l’eleganza di un gesto con cui distinguersi dalla massa, con il richiamo vintage di uno stile d’altri tempi ma allo stesso tempo sempre attuale.

In tutto questo naturalmente anche gli accessori hanno un ruolo determinante nell’esprimere la propria personalità. Un semplice particolare può fare la differenza, dicendo a tutti come siamo fatti dentro e qual è il nostro approccio alle cose di tutti i giorni.

 

Bellezza in bicicletta

A volte le cose funzionano perché sono semplicemente belle e ci fanno stare bene con noi stessi e di fronte agli altri.
Ammettiamolo una volta per tutte, spostarsi in bicicletta in città è terribilmente fashion.
Presentarsi in ufficio con i pantaloni arrotolati e una borsa “alleycat” a tracolla, arrivare all’aperitivo direttamente dal lavoro su una bella scatto fisso con i cerchi colorati, sfoggiare la raffinata eleganza di una sella della nuova collezione Milano di Sella Italia, crea uno stile.
Va oltre la moda, trasformando una tendenza in un nuovo modo di essere e di pensare.

La bicicletta diventa allora un’estensione della propria personalità dinamica e anticonvenzionale. Regala la sensazione di far parte di qualcosa di diverso, di non accettare l’omologazione.
La rivoluzione culturale per questa volta non parte dal basso, ma dal fascino di due pedali e di una sella in pelle nera.

 

10 ragioni per andare al lavoro in bicicletta

Il seguitissimo blog inglese discerningcyclist ha indetto un sondaggio tra i suoi follower di Twitter e Facebook chiedendo di esporre i 10 motivi che li spingono ad andare tutti i giorni al lavoro in bicicletta. Ecco i risultati:

 

  1. Mi fa sentire più felice e rilassato.
  2. La bici è più affidabile dell’auto e dei mezzi pubblici.
  3. Spendo meno.
  4. Nessuno mi starnutisce o tossisce addosso.
  5. Posso “tagliare” per i parchi pubblici
  6. Sono più veloce nelle ore di punta
  7. Mi aiuta a dimagrire
  8. Non inquino
  9. Abito vicino all’ufficio
  10. Mi sento libero

« Indietro

è anche

Inserisci i tuoi dati e iscriviti alla nostra newsletter.

*campi obbligatori