MILANOCYCLING

Premium Store – Oggi parliamo con… Roberta Bazzi di Milano Cycling

 

Storia di una passione. Quando, come e da chi nasce l’idea di Milano Cycling?

Milano Cycling vede la luce nel marzo del 2014, ma la nostra passione ha radici lontane.

Insieme agli altri due soci fondatori – mio marito Stefano e suo fratello Fabio – arriviamo da un mondo molto diverso, quello delle moto, in cui però l’amore per bicicletta ha sempre avuto uno ruolo importante. Il passaggio dai motori alle due ruote “sottili” è avvenuto mantenendo l’idea di uno spazio espositivo bello e luminoso, in cui i prodotti siano valorizzati con una visibilità a 360°, e il cliente possa letteralmente girargli intorno. L’esatto opposto del “classico” negozio in cui le bici sono ammassate senza una logica rendendo difficile anche solo guardarle.

 

Dalla bottega dell’ex campione a internet. Nell’evoluzione del negozio di ciclismo, oggi qual è la chiave vincente per uno store?

Noi abbiamo puntato sulla proposta di marchi esclusivi e di grande livello come Selle Italia, Assos e Trek – siamo il primo concept store del brand americano in Italia – nella logica di offrire tutta la gamma disponibile e di sviluppare così la migliore conoscenza del prodotto.
Nella nostra idea, il negozio deve offrire un’esperienza particolare, essere insomma al centro di un processo di soddisfazione del cliente che internet non può garantire.

 

Quali sono le vostre best practice?

Puntiamo molto sull’offerta di servizi diversi e innovativi. La battaglia dei prezzi non ci interessa. Parlando di sella, è ovvio che un cliente la può acquistare facilmente sul web, ma quello che fa la differenza è tutto ciò che sta dietro: individuare il modello più adatto, regolarlo a perfezione, e infine farlo provare su strada.

Poter disporre ad esempio del sistema idmatch offre la possibilità di spiegare al cliente i criteri di una scelta su base scientifica e l’importanza di un posizionamento e una seduta corretti in funzione del comfort.

 

Il ciclista oggi chi è e cosa vuole?

Nonostante le mille opportunità di informazione e confronto offerte oggi da internet, il ciclista vuole innanzitutto essere consigliato.

Condividere la nostra passione con i clienti ci permette di instaurare un rapporto diretto e speciale con loro. Ci piace il contatto umano, la chiacchierata, dedicare del tempo alla vendita.

Questo è un punto fondamentale per comprendere le necessità di ciascuno e dare consigli personalizzati. Spesso proponiamo ad esempio il test di una bici prima dell’acquisto, poi Stefano è anche solito uscire con il cliente, accompagnandolo durante la pedalata, per coglierne sensazioni e commenti. In questo modo svolgiamo in pratica un ruolo di consulenza sul campo.

 

Avete un e-shop?

No. Per scelta vogliamo differenziarci dai nostri competitor ben “radicati” sul web. Come detto prima, non siamo interessati alla guerra combattuta sul fronte dei prezzi al ribasso. Mi piace credere che per conquistare la fiducia del cliente non basti fargli un bello sconto, ma sia necessario instaurare una relazione con lui.

 

Perché avete scelto Selle Italia?

Anni fa, alla partenza di una Milano-Sanremo, Stefano vide che moltissimi corridori utilizzavano la Turbomatic di Selle Italia e si chiese il perché.

Decise di provarla, e da allora sostiene che per lui quella è LA sella e che non la cambierà mai perché ci si trova a meraviglia. La scelta di Selle Italia è venuta perciò di conseguenza, consapevoli che i suoi prodotti sono di un livello superiore.

 

 

Prenota il tuo appuntamento!

Nome: Milano Cycling.

Anno di nascita: 2014

Indirizzo: Via Tagiura 13, Milano.

Telefono: 02 423 0228

Staff: Roberta Bazzi, Stefano Corucci, Fabio Corucci, Alfio Locatelli, Paolo Berton.

Segni particolari: Tanta passione e niente vendita on-line.

http://www.milanocycling.it/

Cleatfit
Saddle fitting

« Indietro

Scegli il tuo paese

Europe

è anche

Inserisci i tuoi dati e iscriviti alla nostra newsletter.

*campi obbligatori