Un weekend incredibile a La Bresse per la chiusura della UCI MTB World Cup 2018.

Un weekend formidabile all’insegna dell’off-road quello che si è svolto a La Bresse (Francia) in occasione dell’ultima tappa della coppa del mondo di mountain-bike. Gli atleti rappresentanti delle nostre squadre hanno contribuito in maniera importante allo spettacolo durante tutto il weekend di gara, partendo già dal Venerdì con lo Short Track maschile per concludere Domenica con la prova di Cross Country Uomini Elite, intervallati dai bellissimi successi al femminile. Ecco i risultati più significativi:

 

Jolanda Neff (Kross Racing Team)

La campionessa svizzera (Kross Racing Team), detentrice della maglia iridata e fresca vincitrice del campionato europeo, è protagonista di una gara mozzafiato che la vede protagonista di un duello avvincente con l’atleta danese Annika Langvad (le due si giocavano punto su punto la classifica generale della coppa del mondo). Jolanda Neff, già leader della classifica generale, dopo una partenza impeccabile, incappa in due forature che rischiano di comprometterle la lotta al titolo. Tuttavia, grazie alla sua classe e al suo talento, la campionessa del Kross Racing Team riesce a recuperare immediatamente, a vincere anche questa gara e ad aggiudicarsi per la terza volta la coppa del mondo.

 

Mathieu Van Der Poel (Corendon Circus Cycling Team)

Il campioncino olandese della Corendon Circus, dopo alcune settimane di gare su strada che lo hanno visto protagonista ai campionati europei di Glasgow e alla Arctic Race of Norway, torna sul terreno che lo ha consacrato e lo fa alla sua maniera: vincendo! Il Venerdì, alla prima occasione, si aggiudica lo Short Track (XCC) davanti a Lars Forster e Henrique Avancini grazie ad un attacco potente e deciso sull’ultima salita del tracciato. Nella gara di Cross Country Elite (XCO) di Domenica Mathieu Van Der Poel coglie un ottimo quarto posto, dopo essere stato a ridosso del campione svizzero Nino Schurter per metà gara, che gli garantisce il secondo posto nella classifica generale di specialità. Sicuramente un ottimo risultato che lo proietta ancora una volta tra i migliori prospetti del mondo off-road.

Da segnalare anche l’ottimo secondo posto di giornata, dietro solo a Schurter, del campione italiano Gerhard Kershbaumer (Torpado-Gabogas) grazie ad una gara in costante ascesa.

 

Sina Frei (Ghost Factory Racing Team)

La campioncina iridata Under 23 in forza al Ghost Factory Racing Team si conferma in assoluto la più forte di tutta la categoria e, con una gara tutta al comando, va a vincere per la sesta volta consecutiva pur avendo già conquistato il successo in classifica generale due settimane prima a Mont Saint Anne (Quebec) . Probabilmente questa sarà la sua ultima partecipazione alla Coppa del Mondo Under 23 poiché, come già fatto da Jolanda Neff in precedenza, la prossima stagione potrebbe prendere parte alla competizione Elite con un anno di anticipo. Secondo posto in classifica generale per la sua compagna di squadra Malene Degn.

Ottimo piazzamento, subito giù dal podio, anche per la campionessa italiana in carica Marika Tovo (Rudy Project XCR) che ha fatto una gara sempre nelle primissime posizioni e alla fine ha concluso al quarto posto.

 

« Indietro

Scegli il tuo paese

Europe

Trova l'idmatch dealer più vicino a te e prenota un appuntamento

Vai

è anche

Inserisci i tuoi dati e iscriviti alla nostra newsletter.

*campi obbligatori