Azienda » Storia

In fuga da 120 anni.

1897, Corsico. Alle porte di Milano parte la nostra grande avventura o, se vogliamo essere più precisi, il nostro lungo viaggio. Sì perché l’azienda era nata con lo scopo di creare selle da viaggio.

L’automobile era un lusso per pochi e la bicicletta il mezzo di trasporto di massa.

La svolta arriva intorno agli anni ’70. L’auto ha da decenni compiuto il suo sorpasso, la bicicletta deve ritrovarsi un altro spazio e il viaggio di Selle Italia arriva fino in Veneto.

Comincia una volata infinita che porta l’azienda, rilevata con successo dalla famiglia Bigolin, in cima alle vette più importanti del ciclismo, inteso come sport e stile di vita: Selle Italia diventa sinonimo di innovazione, nuove tecniche costruttive, esplorazione di nuovi materiali.

La nostra storia non è una gara contro gli altri, ma una crono contro noi stessi, per un miglioramento incessante, costantemente proiettato verso nuove sfide da vincere e nuove vette da scalare, con l’unico traguardo di ottenere il massimo per le prestazioni e il comfort di chi pedala. E il viaggio continua.

2016

La performance conosce un ulteriore scatto evolutivo con la Slr C59, la sella più leggera mai prodotta da Selle Italia, che amplifica in soli 63 grammi le virtù tipiche del carbonio di leggerezza e design. Un vero capolavoro della ricerca Selle Italia. Funzionalità, shape e materiali che risentono degli influssi dell’alta tecnologia aeronautica.

2015

Entra in gioco la Iron. Con questo modello Selle Italia dimostra un interesse ancora più forte verso la performance realizzando un prodotto specificamente indicato per i triatleti.

2014

Un altro passaggio epocale nella storia dell’azienda: arriva idmatch, il rivoluzionario sistema che permette di individuare la propria sella ideale in pochi passaggi, sulla base delle caratteristiche fisiche del ciclista. Un metodo scientifico che oggi, attraverso l’innovativo Smart Caliper permette di trovare la sella più confortevole in soli trenta secondi di misurazione.

2013

Nel 2013, dopo 5 anni di approfondite e specifiche ricerche condotte sull’ergonomia della sella, Selle Italia presenta il restyling della storica famiglia di Selle FLITE. Ed ecco la “Sella Ideale”: ampia seduta, imbottitura sottile e confortevole, profilo ultra slim, leggera, performante.

2012

Nel 2012 Selle Italia lancia SLR SUPERFLOW, caratterizzata dall’ampio foro centrale, frutto delle più accurate indagini scientifiche in termini di dinamiche d’appoggio del corpo umano sulla sella.

2011

Nel 2011 viene introdotta la TECNOLOGIA FRICTION FREE, un innovativo design della sella che permette di liberare il movimento della pedalata riducendo la frizione tra l’interno coscia e il fianco della sella.

2010

Nel 2010 Selle Italia crea MONOLINK: un reggisella dal design rivoluzionario, realizzato con una innovativa fibra di carbonio e un nuovo sistema di serraggio che permette una maggiore regolazione del telaio.

2008

Il 2008 sarà l’anno della OPTIMA, pura tecnologia contro il tempo: la prima sella con portaborracia integrato.

2007

Il carbonio aveva un carattere rude: noi l’abbiamo domato. Leggerezza ed eleganza allo stato puro. Nel 2007 nasce CX ZERO, un raffinato monoscocca in carbonio, sintesi perfetta di leggerezza, affidabilità e design.

2006

Nel 2006 le sinergie tecnico-scientifiche di Selle Italia portano alla nascita di YUTAAK, una sella per il fuoristrada realizzata grazie alla collaborazione esclusiva mondiale con la VIBRAM.

2005

Naturale evoluzione di Signo, nel 2005 THOORK inaugura la seconda generazione di selle attive, anch’essa equipaggiata con il sistema APS, raggiunge nuovi standard di comfort e di personalità estetica.

2004

Nel 2004 nasce un nuovo concetto di ergonomicità: dietro al suo design aggressivo e al suo telaio in composito di carbonio e Vanox, SIGNO nasconde un rivoluzionario sistema oscillatorio che asseconda la pedalata rendendola più efficace grazie anche all’esclusivo sistema Axial Pivot System (APS)

2003

Il modello SLR continua invece il percorso intrapreso con Flite sulla strada della leggerezza, con uno straordinario ritrovato tecnologico: il telaio Kit Carbonio realizzato utilizzando una lega speciale detta Vanadium-Titanium è rifinito con un intreccio di fibre di carbonio.

2002

Nel 2002 la tecnologia Selle Italia genera GEL FLOW, che unisce le proprietà del Gel ai benefici anatomici della linea Trans am.

2000

Nel 2000 il modello SLR consente a selle Italia di raggiungere le frontiere più avanzate in fatto di leggerezza e performance.

1998

Nel 1998 nasce la linea TRANS AM. Sulla parte centrale della sella viene ricavata una fessura, con vantaggi in termini di flessibilità e di scarico della pressione sulla zona perineale.

1994

Nel 1994 Selle Italia introduce per prima la tecnologia di co-moulding, che consente di impiegare gli elastomeri sin dalla fase dello stampaggio della scocca.

1992

Nel 1992 nasce il telaio TITANIUM, innovativo per la sua leggerezza e resistenza.

1991

Nel 1991 Selle Italia introduce il GENUINE GEL, inserti in gel siliconico a spessori differenziati che aumentano notevolmente la capacità di assorbimento delle vibrazioni trasmesse dal fondo stradale.

1990

La sella FLITE (1990) rappresenta una pietra miliare nella storia della bicicletta. E’ l’antesignana delle leggerissime: il peso scende per la prima volta sotto i 200 grammi, mentre la superficie di attrito si riduce visibilmente. A quel periodo risale l’introduzione del telaio in TITANIO. Da oltre 20 anni Selle Italia adotta un materiale inedito in questo settore: il GENUINE GEL che, applicato ai punti di appoggio, aumenta notevolmente la capacità di assorbimento delle vibrazioni trasmesse dal fondo stradale.

1984

Nel 1984 abbiamo brevettato un sistema ammortizzante con tre tamponi “SHOCK ABSORBER” posizionati nei punti di contatto del telaio con la scocca.

1980

Nel 1980 Selle Italia firma TURBO, la prima sella totalmente anatomica, destinata ad un successo mondiale.

Ti piacerebbe diventare collaudatore Selle Italia?

è anche

Inserisci i tuoi dati e iscriviti alla nostra newsletter.

*campi obbligatori